Blog Osservatorio Wine

Le buone pratiche online si misurano sul campo

Home Blog | 16 Apr 09 | Rubrica: case history

Osservatorio Wine - Le buone pratiche si misurano onlineTra le rubriche di questo blog, come vedete, ce n'è una che si chiama "Case History".

Che cosa ci metteremo dentro? 

L'idea è di presentare delle "buone pratiche": cantine e consorzi, associazioni etc che utilizzano internet in modo innovativo ed interessante, conversando con appassionati o trasformando una comunicazione di servizio in un momento di confronto.

Un paio, le abbiamo già selezionate, e sono balzate all'occhio con estrema facilità, per le altre, invece, aspettiamo i risultati dell'indagine (ricordo, c'è tempo fino al 20 aprile per completarla) e le vostre proposte.

C'è qualcuno tra di voi che crede di poter essere insignito di tale onorificenza? 

C'è qualcuno che, secondo voi, la merita? 

 

Tags cantine 2.0 , associazioni 2.0 , PMI 2.0

Commenti

1. luca 22-04-09 20:12

Consorzi 2.o? Secondo me non ne esistono. Ha tentato qualcosa Bardolino e Consorzio della Valpolicella (ma è tutto lasciato nel dimenticatoio). Sicuramente che hanno investito sul SEO ci sono: http://www.vinoltrepo.it/(sul sito è meglio che non mi pronuncio), http://www.consorziomontefalco.it/ e http://www.prosecco.it/. Per le cantine 2.0, ancora peggio. Anche i grandi nomi sono lontani da questa terra chiamata web.

2. marco 23-04-09 15:45

C'è anche Valpolicellla Web, ma non è un consorzio per la tutela dei vini!

3. angela 23-04-09 18:26

Grazie Luca, un contributo interessante il tuo. Qualche grande nome che vive in un ecosistema parallelo al nostro? Marco, grazie anche per il tuo. Valpolicella Web aderisce al Panel di ricerca per l'indagine, per cui, parte già in vantaggio per essere stato così illuminato :)

4. Stefania Doria 30-04-09 16:10

Per i consorzi posso essere d'accordo, ma sulle cantine no, esistono eccome dei casi wine 2.0! Ciao Stefy

Lascia il tuo commento